Life Chiropratica Catania

Permettete alla vostra vita di sbocciare appieno per mezzo della Chiropratica

Get Adobe Flash player


Mantenersi sani con la chiropratica
.

Quando si va per la prima volta da un chiropratico spesso ci si sente dire come mai non ci si è andati prima. Per tutta la vita andiamo a farci controllare denti, orecchie, cuore ecc ecc ma quasi mai la colonna vertebrale. La  nostra colonna soffre per la trascuratezza a cui è stata sottoposta. La sublussazione vertebrale se non trattata e trascurata, indebolisce i muscoli spinali, deforma i legamenti, le cartilagini le vertebre. Tutto questo squilibrio indebolisce il corpo e da vita ad mancanza di vitalità e d’energia Un sistema nervoso non sano può essere causa di malattia. Ci dovremmo sottoporre a controlli periodici dal chiropratico non dovremmo aspettare di stare male per andarci solo così potremmo raggiungere un buono stato di salute. Spesso non siamo a conoscenza dei nostri problemi alla colonna vertebrale in quanto la tensione sui nervi spinali è molto insidiosa perché si sviluppa in maniera lenta e graduale. A volte siamo così presi dalla nostra routine quotidiana che ignoriamo dei campanelli d’allarme che il nostro corpo ci lancia, per poi un giorno renderci conto che ci affatichiamo di più ed avvertiamo tensioni al collo, alle spalle ed alla schiena. Quindi perché aspettare di ammalarsi prima di rivolgersi alla chiropratica? Lo scopo della chiropratica è infatti aiutare le persone a restare sane ed evitare che si ammalino. Essere in salute significa avere un organismo che funziona nel  modo giusto, avere una colonna sana, dormire bene, essere pieni di forza ed energia.

 

La naturale capacità di guarire.

I chiropratici non prescrivono farmaci e non sottopongono i pazienti ad interventi chirurgici. Loro aiutano a guarire facendo uscire fuori la naturale capacità di ognuno di noi di guarire. Quando ci tagliamo, ci feriamo o ci rompiamo un osso è il nostro stesso corpo che si auto guarisce. Sia che sia un bambino sia che sia un anziano. Questa è una funzione vitale che funziona sempre sia che sia una persona malata o sana. Perché molti allora non riescono a guarire? Perché purtroppo ci sono fattori che impediscono questo. Compito del chiropratico è aumentare il più possibile la capacità di guarigione naturale del paziente. La chiropratica infatti si basa  su un concetto: tutti gli esseri viventi possiedono una conoscenza per poter guarire se stessi. C’è una condizione fisica che può interferire con la capacità di guarire del corpo stesso ed è la sublussazione vertebrale, questa crea un’ interferenza tra il  con la comunicazione tra il sistema nervoso ed il nostro corpo. Così si hanno malesseri che indeboliscono il nostro corpo e permettono il nascere di patologie aiutate anche dallo stress. Quando si aggiusta la colonna si vanno ad eliminare le tensioni che si sono venuti a creare sui nervi spinali. Recenti ricerche hanno scoperto che la salute emotiva può influenzare la guarigione fisica. Esistono molti fattori che influenzano la salute tra i quali l’alimentazione, il peso, l’esercizio fisico, il riposo, il fumo farmaci. La migliore cura contro la malattia è la prevenzione. Facendosi controllare periodicamente è uno dei metodi più efficaci per potenziare il “guarire innato” di ognuno di noi. La chiropratica rimuove le interferenze del sistema nervoso e permette all’energia di scorrere lungo il nostro corpo.

 

La Chiropratica.

Padre della chiropratica è D. D. Palmer che nasce nel 1845 in Canada, trasferitosi negli Stati Uniti iniziò a lavorare come maestro in una scuola ed allevatore d’api. Nel 1885 intraprese lo studio della tecnica magnetica di guarigione con Caster, e nel 1887 si trasferì a Davenport ed aprì lo studio “Palmer Cure and Infirmary”.  Nel 1895 Palmer riuscì a guarire, correggendo le sublussazioni della colonna vertebrale, un uomo che era rimasto sordo in seguito ad un incidente. Ben presto Palmer comprese che, essendo molti disturbi connessi alle sublussazioni vertebrali, chiunque potesse trarre benefici da questi trattamenti. Il figlio di Palmer, Bartlett Joshua, continuò l’opera del padre, rendendo così possibile il riconoscimento di questa professione, che è oggi la terza pratica medica più diffusa nel mondo.

L’O.M.S. (Organizzazione Sanitaria Mondiale) ha definito la salute come stato di un benessere fisico e psichico della persona. La chiropratica si basa in pieno su questo principio e si avvale sia della scienza in continua evoluzione sia rifacendosi a concetti antichi di vitalità, energia vitale, armonia e guarigione naturale. Essa si occupa dell’analisi e del trattamento degli squilibri del sistema strutturale , biochimico, mentale ed energetico. Il chiropratico cerca di individuare e correggere gli squilibri del corpo e ci insegna come rimuovere i fattori che interferiscono con la funzionalità dell’organismo. Questi fattori possono essere ambientali, farmacologici, agenti chimici, i cibi trattati, ansia e stress. Questo può portare alla sublussazione vertebrale che è una alterazione della funzionalità della colonna vertebrale. Questi problemi possono essere risolti dal chiropratico che ha preso una laurea di 5 anni, studiando anatomia, chimica, fisica, biologia, radiologia, pediatria, geriatria, ortopedia, fisiologia, patologia , neurologia per citarne solo alcune. Grazie alle sue conoscenze ed all’unione delle informazioni della prima visita, dalla lettura delle radiografie, dall’analisi posturale e dell’ ispezione e palpazione il dottore in chiropratica agisce individuando le cause dello squilibrio ed interviene ripristinando l’equilibrio naturale della persona. Il chiropratico cerca di individuare e correggere le cause che sono all’origine dei sintomi. La chiropratica si rivolge ad ogni età, anzi se certe patologie vengono individuate precocemente e trattate si potrà avere uno sviluppo più armonico ed equilibrato. I disturbi che possono trarre giovamento dal trattamento sono quelli che coinvolgono la colonna vertebrale, l’articolazione temporo – mandibolare, dolori alla spalla, gomito, polso, anca, ginocchio, piede, tunnel carpale, ecc ecc.

Si possono trattare anche disturbi neuro – vegetativi, funzionali ed essenziali, vertigini. Una volta risolto il problema è buona norma continuare le sedute come mantenimento.

La filosofia chiropratica

La chiropratica e la medicina sono in disaccordo su alcune cose mentre i medici sono Razionalisti, i chiropratici , omeopati ed osteopati sono Vitalisti. I Meccanicisti o Materialisti paragonano il corpo ad una macchina dove il totale è uguale alla somma delle parti, ovvero studiano le cellule, la chimica, usando la fisica, la meccanica, la matematica.

I Vitalisti non sono d’accordo in quanto secondo loro il corpo è una macchina intelligente che si adegua all’ ambiente che lo circonda.

I chiropratici credono in un’intelligenza universale che  racchiude tutto quello che ci circonda, l’intelligenza innata del corpo permette di poter adattare le forze e la materia ai bisogni del corpo e mantenerlo in salute.

 

L’aggiustamento chiropratico

Il compito del chiropratico è identificare ed eliminare le interferenze nella trasmissione dell’impulso nervoso, chiamate sublussazioni vertebrali. Le vertebre infatti sono incastrate tra di loro in modo che gli impulsi mentali prodotti nel cervello possano filtrare giù per il midollo spinale attraverso i nervi. Questi messaggi sono responsabili per la comunicazione di informazioni in tutto l’organismo. Quando le vertebre non sono allineate correttamente, ciò provoca delle interferenze a livello nervoso e quindi un’alterazione dello stato di salute. Le cause delle sublussazioni vertebrali possono essere di natura chimica, fisica o mentale. I chiropratici credono nella capacità naturale dell’organismo di guarire. Pertanto, ricorrendo a tecniche di aggiustamento spinale, rimuovono i disturbi del sistema nervoso, in modo da far recuperare alle vertebre sublussate il loro movimento naturale e l’equilibrio perso, ed assicurando quindi una migliore salute ed una migliore qualità della vita. Il chiropratico è l’unica persona in grado di determinare se una vertebra sia sublussata o meno ed è in grado di correggerla con la tecnica più adeguata. Il chiropratico ha una laurea chiamata Dottore in Chiropratica (D.C.), che si ottiene frequentando un college chiropratico. Il suo iter formativo è simile per alcuni aspetti a quello medico, ma egli non prescrive medicine ma corregge il complesso di sublussazioni vertebrali.

Agli aggiustamenti della colonna vertebrale viene spesso collegato lo “scrocchio”. Ma esso non significa necessariamente che è stata eseguita una correzione perfetta. Piuttosto dipende dal tipo di tecnica utilizzata. Le tecniche di aggiustamento spinale sono numerose (molte volte il chiropratico utilizza anche degli strumenti) e chiunque può trarre benefici dai trattamenti chiropratici: bambini, adulti, anziani. Infatti molte famiglie seguono un programma di cura dal chiropratico. Il chiropratico non si interessa solo dello stato di salute attuale del paziente, ma anche del suo benessere futuro!

La parola “Wellness” è stata coniata dai Dottori Chiropratici negli anni 80’ ed è uno stato di salute ottimale che comprende uno stile di vita salutare, volto a completare la guarigione ottenuta tramite la Chiropratica.

 

DOMANDE FREQUENTI

1. Non mi sento male. Dovrei comunque andare dal Chiropratico?

- Si. I sintomi non sono un buono strumento per valutare lo stato di salute. Ecco perché è importante fare un controllo periodico della colonna vertebrale dal Chiropratico.

2. Come faccio a sapere se ho una sublussazione senza andare da un Chiropratico?

- Una sublussazione può essere paragonata ad una carie dentale: può succedere che sia presente da  tanto tempo e che i sintomi compaiono dopo. Per questo motivo sono importanti dei controlli periodici di mantenimento.

3. Gli aggiustamenti chiropratici sono dei massaggi?

- Non esattamente. La Chiropratica si occupa della colonna vertebrale e del sistema nervoso centrale che controlla ogni cosa. I massaggiatori si occupano di tensione muscolare e circolazione.

4. Mi sentirò meglio dopo l’aggiustamento chiropratico?

- L’effetto dell’aggiustamento è soggettivo. Non tutti si sentono immediatamente bene poiché la guarigione può richiedere più tempo per alcuni che per altri. Le reazioni maggiormente riscontrate sono: senso di rilassatezza, riduzione o scomparsa dei sintomi, maggiore libertà di movimento, maggiore energia e postura più corretta. Alcune persone posso anche avere delle reazioni spiacevoli come febbre, diarrea, vomito, aumento del dolore. Tutti segnali che l’organismo sta seguendo un percorso di guarigione e pulizia da tutto ciò blocca questo processo.

5. La Chiropratica è sicura durante la gravidanza?

- Certo che sì! Le donne in gravidanza traggono grande beneficio dagli aggiustamenti chiropratici, permettendo al corpo di creare la condizione migliore per il nascituro. Esistono tecniche che aiutano il feto a posizionarsi correttamente, favorendo un parto meno difficile.

6. E dopo il parto?

- La Chiropratica aiuta le donne a recuperare la forma psico-fisico dopo il parto, rimuovendo le sublussazione vertebrali.

Dove siamo

Puoi trovarci in:

Via Medea 11/A

Catania

Bus urbano n° 448

Bus extra-urbano Acicastello

Orari

Lun - Mer - Gio

08:00 - 11:00

15:30 - 19:00

Mar

09:30 - 11:00

15:30 - 18:00